FICUS: GUIDA ALLA COLTIVAZIONE

Guida alla coltivazione del ficusFicus Benjamina, originario dell’india e della malesia, è a portamento piangente, ha foglie di colore verde scuro ovali e piuttosto strette con apice accuminato. Ne esistono diverse varietà, a portamento più o meno pendulo. E’ coltivabile all’esterno nei nostri climi più miti e mediterranei, tanto che in Sicilia viene talvolta utilizzato per le alberature stradali. Il terriccio adatto alla coltivazione di quasi tutte le varietà di ficus benjamina è composto da due parti di terra di foglie, e una di terriccio fibroso con aggiunta di torba e sabbia. Nessuna varietà coltivata in vaso tollera bene la luce solare diretta. La temperatura minima per la sopravvivenza è di 7 gradi ma si consiglia per il benesere della pianta di mantenere almeno 10 gradi di minima.

MANUTENZIONE

Il ficus gradisce, come tutte le piante tropicali, un alto livelo di umidità, sarà dunque utile fornire un con un fondo d’acqua che permetta una seppur minima costante umidità. ficus variegato, pianta da interno ficus beniamina, manutenzione delle piante da ufficio ficus Operazione fondamentale per avere una chioma folta, oltre alle normali concimazioni stagionali, è la defogliazione periodica. Essa si realizza potando quasi tutti i rametti lasciano pochissime foglie (una su venti circa). In tale modo la pianta rigetterà nuove foglioiline verdi che in breve tempo ci regaleranno una folta e rinnovata chioma. Il ficus non è soggetto a molte patologie ma potrebbe facilmente soffrire di stress idrico e clorosi. Non lasciate dunque mai le radici immerse in acqua e concimate periodicamente con concime a lenta cessione.