LE PIANTE PIU’ ADATTE

bonsai3_tree5Coltivazione:

solitamente risulta più facile coltivare quelle specie che crescono spontanee nella zona in cui viviamo, soprattutto perchè con buone probabilità la pianta non avrà bisogno di grandi cure o di ripari invernali particolari. Sarà inoltre possibile reperire una gran quantità di materiale (piantine, semi) senza troppi sforzi.

Difficoltà:

é certo che ci siano alcune essenze più difficili di altre da coltivare e formare a bonsai. Di solito le latifoglie in genere richiedono tempi più lunghi e documentazione, mentre per le conifere i risultati arrivano più in fretta. Se si vogliono ottenere risultati in tempi brevissimi consiglio di optare per piante che hanno normalmente un portamento a L’estetica è forse il fattore più importante di un Bonsai.cespuglio. Le sempreverdi crescono tutto l’anno e presentano raramente fitopatologie.

Estetica:

Le essenze più amate nella tradizione giapponese sono il pino, l’acero, l’olmo, il ficus, il ginepro. Troverete queste specie in qualsiasi centro bonsai o serra e vi sarà facile reperire informazioni specifiche. Se però volete un consiglio, usate essenze del nostro paese, sono più facili da far crescere e contribuiscono a dare un’identità “europea” al bonsai moderno.